collezione di giocattoli storici giocattoli d'epoca giocattoli industriali collezione giocattoli cavalli-rosazza palazzo chiericati bambini vintage giochi cosa fare in veneto cosa fare a vicenza donne venete donne vicentine donne di vicenza gatte vicentine gatte di vicenza magazine veneto magazine vicenza mostre veneto eventi in veneto eventi a vicenza collezione vicenza chiericati museum palazzo vicenza cosa vedere a vicenza eventi a vicenza ilaria rebechci notizie vicenza arte a vicenza arte in veneto collezione torino

A Palazzo Chiericati arriva la collezione di giocattoli storici Cavalli-Rosazza

A Palazzo Chiericati arriva la collezione di giocattoli storici Cavalli-Rosazza

Da sabato 2 giugno sarà visitabile l’esposizione della collezione di giocattoli storici industriali dei coniugi Cavalli-Rosazza. Gli oltre cinquemila pezzi perfettamente conservati saranno donati a Palazzo Chiericati una volta ottemperato il vincolo espositivo

Sarà inaugurata venerdì 1 giugno nelle sale ipogee di Palazzo Chiericati a Vicenza e aperta al pubblico da sabato 2 giugno negli orari di visita della pinacoteca l’esposizione a Palazzo Chiericati della prestigiosa collezione di giocattoli industriali di piombo e latta d’epoca dei coniugi torinesi Anna Rosazza e Giancarlo Cavalli. L’iniziativa, voluta e promossa insieme all’assessorato alla crescita del Comune di Vicenza, è resa possibile grazie al contributo della Fondazione Roi.

La collezione di giocattoli storici Cavalli-Rosazza è una raccolta unica nel suo genere: oltre 5mila giocattoli industriali d’epoca, databili dalla metà dell’800 al secondo Dopoguerra, tutti perfettamente conservati e funzionanti, raccolti a partire dagli anni ‘70 dai coniugi torinesi Giancarlo Cavalli (Torino 1939 – ivi 2012) e Anna Rosazza (Torino 1938) durante i loro viaggi.

collezione di giocattoli storici giocattoli d'epoca giocattoli industriali collezione giocattoli cavalli-rosazza palazzo chiericati bambini vintage giochi cosa fare in veneto cosa fare a vicenza donne venete donne vicentine donne di vicenza gatte vicentine gatte di vicenza magazine veneto magazine vicenza mostre veneto eventi in veneto eventi a vicenza collezione vicenza chiericati museum palazzo vicenza cosa vedere a vicenza eventi a vicenza ilaria rebechci notizie vicenza arte a vicenza arte in veneto collezione torino

 

La Collezione Cavalli-Rosazza, in comodato d’uso ai Musei Civici di Vicenza per volontà di Anna Rosazza, sarà donata a Palazzo Chiericati una volta ottemperato il vincolo espositivo. I pezzi che saranno esposti insieme a collezioni di pittura, scultura, tessuti e mobilio d’epoca nell’Ala Ottocentesca di Palazzo Chiericati, diventando parte integrante del percorso espositivo e facendone uno dei pochi musei in Italia ed Europa dedicato al giocattolo d’epoca, in competizione con i più famosi Musei di Londra e Parigi. Soldatini, automi e diorami si alterneranno ai quadri nelle sale ipogee di Palazzo Chiericati in un allestimento di oltre 600 metri quadrati progettato dall’architetto Emilio Alberti con lo scenografo Mauro Zocchetta.

La collezione di giocattoli storici Cavalli-Rosazza

La collezione iniziata a partire da una scatola di soldatini di piombo acquistata in una bancarella di Parigi, oggi raccoglie 5.228 giocattoli tra Ottocento e la Seconda guerra mondiale, tra i quali 4.586 soldatini dei più famosi marchi come Britain, Heide, Mignot e Lucotte, 214 personaggi civili, 131 trenini Märklin, Bing, Elastoin, 99 stazioni con arredi e biglietterie, 61 lanterne magiche, 12 navi, 10 automobili, 5 giochi di società e 91 giocattoli di vari tipi tra cui automi e trenini. La Collezione vanta alcune rarità assolute come uno dei tre esemplari rimasti al mondo di forte tedesco dipinto a mano della Mӓrklin: datato 1898 e finito all’asta cent’ani dopo, fu acquistato dai coniugi per 45 milioni di lire.

 

I pezzi, acquistati all’asta dall’ingegnere Giancarlo Cavalli e da sua moglie Anna Rosazza, appassionata collezionista, in oltre 40 anni sono tutti corredati di certificazioni che ne garantiscono tracciabilità e autenticità. Il valore dell’intera collezione oggi supera il milione di euro.

La collezione di giocattoli storici Cavalli-Rosazza

Alla collezione è inoltre dedicato il IX volume dei Cataloghi scientifici del Museo Civico di Vicenza, che verrà presentato a ottobre. La pubblicazione di questi volumi di alto valore scientifico e culturale è sostenuta dalla Fondazione Roi che, nello spirito con la quale il Marchese Roi l’ha fondata, ne prosegue la pubblicazione arricchendo il patrimonio storico e culturale della città di Vicenza.

Il catalogo Collezione Cavalli-Rosazza, a cura del Prof. Giovanni Carlo Federico Villa, direttore onorario del Museo Civico di Palazzo Chiericati, raccoglie le 996 schede scientifiche nelle quali sono catalogati i 5228 esemplari di questa collezione. Come per gli altri cataloghi è stata realizzata una campagna fotografica che ha consentito un importante lavoro di verifica inventariale e il controllo conservativo di tutte le opere. Gli studiosi coinvolti nella redazione delle schede sono in tutto 27, provenienti principalmente dalle Università di Udine e Venezia.

collezione di giocattoli storici giocattoli d'epoca giocattoli industriali collezione giocattoli cavalli-rosazza palazzo chiericati bambini vintage giochi cosa fare in veneto cosa fare a vicenza donne venete donne vicentine donne di vicenza gatte vicentine gatte di vicenza magazine veneto magazine vicenza mostre veneto eventi in veneto eventi a vicenza collezione vicenza chiericati museum palazzo vicenza cosa vedere a vicenza eventi a vicenza ilaria rebechci notizie vicenza arte a vicenza arte in veneto collezione torino

 

Punto di partenza per la redazione del catalogo Collezione Cavalli-Rosazza sono stati il fondo archivistico cartaceo redatto dallo stesso Giancarlo Cavalli e le informazioni conservate dalla moglie e collezionista Anna Rosazza. Si tratta di un patrimonio storico e culturale non soltanto per la qualità, l’ottimo stato di conservazione e l’eterogeneità dei manufatti, ma soprattutto per la completezza della raccolta e per i documenti d’archivio capaci di testimoniare l’origine e la storia della maggior parte dei pezzi, grazie all’incredibile sforzo di catalogazione fatto dai coniugi.

Il catalogo Collezione Cavalli-Rosazza si andrà ad aggiungere agli 8 volumi già pubblicati: “Dipinti dal XIV al XVI secolo” (2003), “Dipinti dal XVII al XVIII secolo” (2004), “Scultura e arti applicate dal XIV al XVIII secolo” (2005), “Le medaglie papali” (2007), “I disegni di Andrea Palladio” (2007), “Lascito Giuseppe Roi” (2012), “Lascito Alessandro Ghiotto” (2015) e “Legato Pozza Quaretti” (2018). Nel corso del 2018 è prevista la pubblicazione di altri 3 volumi: “Il fondo di tessuti Marasca”, “Dipinti e sculture del XIX secolo” e “Dipinti, disegni e sculture del XX secolo”. Entro la fine dell’anno quindi saranno 12 i volumi finanziati dalla Fondazione Roi.

 

 

Per informazioni su orari e biglietti della Pinacoteca di Palazzo Chiericati:
www.comune.vicenza.it/uffici/dipserv/cultur/musei/bigliettieorari.php

 

 

Giornalista veneta da sempre appassionata ed esperta di comunicazione a 360° tra copywriting, digital strategy, Social Media, scrittura SEO oriented, anche telegiornalista e presentatrice.
Ilaria ama parlare, scrivere e raccontare storie, soprattutto se riguardano ciò che è bello, dalle arti alle idee e ai personaggi.
Multitasking creativa dal digitale alla carta stampata, collabora con diverse realtà editoriali internazionali in particolare negli ambiti della cultura, dello spettacolo, degli eventi, dello sport e dell’innovazione.
Nel corso degli ultimi anni ha creato numerosi progetti di informazione e approfondimento sul digitale (e non solo), tra cui King’s Road magazine, I Diari di Casanova, CreatiVity stories e Cosa Fare in Veneto.
È l’ideatrice e direttrice anche di Gatte Vicentine, il magazine dedicato alle donne della sua città, Vicenza, nato dalla volontà di unire l’informazione di stampo giornalistico, gli approfondimenti tra lifestyle e storie e i contributi di personalità, associazioni, ordini e realtà del territorio al servizio delle donne.

Ti piace? Condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *