Museo naturalistico archeologico di Vicenza magazine eventi vicenza cosa fare a vicenza marzo 2018 ilaria rebecchi gatte vicentine donne di vicenza

Museo naturalistico archeologico: gli appuntamenti di marzo

Museo naturalistico archeologico: gli appuntamenti di marzo

Storia antica e ambiente naturale del territorio: ecco i temi degli appuntamenti al Museo naturalistico archeologico di Vicenza

Nuovi incontri sono in programma a marzo al Museo naturalistico archeologico di Vicenza, pensati per quanti hanno il desiderio di approfondire la conoscenza della storia antica e dell’ambiente naturale del territorio.

Torna infatti il ciclo di appuntamenti “Incontriamoci al Museo con quattro appuntamenti ad ingresso gratuito.

Il primo avrà luogo sabato 10 marzo alle 16.30 nella sala conferenze dei chiostri di santa Corona. Verrà presentato l’ultimo numero di Natura Vicentina, la rivista del museo naturalistico archeologico che, con questa ultima uscita, raggiunge il ventesimo anno di pubblicazione. Saranno gli stessi autori a presentare i loro lavori: Antonio De Angeli e Loris Ceccon hanno compiuto uno studio che analizza 106 campioni di granchi fossili trovati nei calcari dell’Eocene inferiore dei Monti Lessini orientali; Antonio Dal Lago, conservatore del museo naturalistico di Vicenza, ricostruisce la storia delle collezioni naturalistiche ottocentesche del museo civico di Vicenza; mentre Rizzieri Masin presenta una dettagliata indagine sulla distribuzione delle felci nell’area del parco dei Colli Euganei.

Domenica 11 marzo, tra le 9,30 e le 13, è invece prevista un’uscita sui Colli Euganei, nell’area di Teolo, dove proprio Rizzieri Masin accompagnerà i partecipanti a conoscere le specie più importanti degli Euganei (informazioni e prenotazioni entro venerdì 9 marzo allo 0444 222842 o nel corso della presentazione di Natura Vicentina sabato 10 marzo).

Sabato 17 marzo, alle 16.30, la sala conferenze dei Chiostri di Santa Corona ospiterà la presentazione di un recente lavoro, discusso con una tesi di laurea all’Università di Padova, sullo studio etnobotanico delle piante alimurgiche nel territorio Vicentino. A presentare questo particolare aspetto delle piante spontanee sarà lo stesso autore della ricerca, Andrea Costantini.

L’ultimo appuntamento, sabato 24 marzo, sempre alle 16.30, nella sala conferenze dei chiostri di santa Corona, sarà dedicato all’archeologia, con la presentazione dell’opuscolo didattico “Anfore romane a Vicenza. La storia e i percorsi di un contenitore”. A presentare questa agevole guida saranno Stefania Mazzocchin, autrice dei testi, Cinzia Rossignoli, responsabile di zona della Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Verona, Rovigo e Vicenza, e Silvia Tinazzo, autrice dei preziosi disegni che illustrano la guida. Alle anfore romane scoperte a Vicenza è stato dedicato un recente allestimento museale che ha permesso di implementare l’interesse per la visita al museo e l’offerta didattica. Si è voluto così corredare questo allestimento con l’opuscolo che verrà presentato, per permettere, di conservare, dopo la visita, le numerose nozioni e indicazioni che la selezione delle anfore esposte al museo è in grado di proporre.

Per informazioni: www.museicivicivicenza.it

Siamo un gruppo di giornalisti, blogger, comunicatori, professionisti in diversi ambiti, dall’intrattenimento alla salute, per raccontare alle donne della città di Vicenza cosa offre il territorio, dagli eventi ai luoghi da visitare, dai servizi al benessere.

Ti piace? Condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *